mercoledì 19 ottobre 2016

Recensione "Era mia sorella" di Rossella C.

"Il sorriso di un fratello è il migliore che si possa avere.
Sa di felicità.
Sa di amore"

***

TITOLO: ERA MIA SORELLA
AUTORE: Rossella C.
GENERE: Thriller
PAGINE: 170
CASA EDITRICE: Auto-pubblicato
PREZZO Ebook € 1.99
PREZZO Cartaceo € 6.00
  
ERA MIA SORELLA
di Rossella C.  


TRAMA
 

17 luglio. Banks, città dell'Oregon. Una ragazza di diciannove anni muore: Vicktoria Edge, ritrovata annegata sulla riva di un ruscello. Incidente? Suicidio? Assassinio? Queste sono le domande che la polizia si pone. "Chi è stato?" È invece l unica domanda che scuote la mente della sorella più piccola, Jeky Edge. Tra un intricata trama di bugie, sospetti, rancori ed odii, Jeky cercherà di far luce sulla morte di Vick, e di dargli giustizia, ma constaterà da sola che troppe persone cercano di sviare le indagini, di nascondere qualcosa. Ma che cosa? E perché?


***

RECENSIONE

Rossella, tu sai di essere un fottuto genio vero?
LO SAI?!

Può un thriller farti arrivare all'ultima pagina in lacrime?
E' normale che io mi sia emozionata ed immedesimata nelle due protagoniste?
SI.

Il rapporto tra fratelli non può essere spiegato, semplicemente esiste.

"Era mia sorella" è un enigma con la soluzione a portata di mano, talmente macchiavellico che arrivi alla fine e, tra te e te, sospiri sentendoti un imbecille. 
Perchè non era facile capire chi e soprattutto il motivo.

Scorrevole, curioso, intrigante.
Ti tiene la mente occupata, gli occhi fissi sulle pagine .

Scrivere un thriller non è una passeggiata, non puoi tentare e riuscire.
Devi avere fantasia, devi insinuare dubbi e sospetti, devi essere brava ad ostacolare il lettore.

TIPO CHE IO LO VOLEVO RECENSIRE DOPO AVER LETTO SOLO DIECI PAGINE.
OK?

*
"Nell'arco della nostra vita facciamo tanti progetti.
Prendiamo molti impegni futuri, conosciamo persone, ci innamoriamo, litighiamo; strutturiamo sogni che vorremmo realizzare.
  Quando siamo giovani soprattutto, crediamo di avere il mondo in mano, di essere invincibili e forti.
Nessuno di noi, o quasi, pensa al giorno in cui il nostro cuore cesserà di battere".
 *
 Leggendo questo libro ho avuto la conferma che io sono nata per il genere thriller.
Non c'è nulla da fare.
Sono curiosa, dispettosa, diffidente e sospettosa.
Io sono cresciuta a pane e Signora in Giallo su rete 4, ok?

Se dico che questo libro è FENOMENALE, voi avete l'obbligo morale di credere alla Ladra di Libri!

Rossella, ti rinnovo i miei complimenti.
ERA MIA SORELLA sarà un successo, parola di Ladra! 

**


LINK UTILI 

** 


 

Nessun commento:

Posta un commento